Migliori Conti Deposito -

 

Nome
Tasso Max
Tasso 12 Mesi
Che Banca IT
1,00%
1,00%
Fineco
1,00%
1,00%

Differenze tra Conto Corrente e Conto Deposito

Pubblicato da in Conti Deposito

Diverse banche offrono ai propri clienti due diverse tipologie di conto:

  • il conto corrente tradizionale che mette a disposizione i classici strumenti di pagamento (bonifici, assegni, bancomat, carta di credito, etc);
  • il conto deposito che, a fronte di un vincolo prolungato nel tempo, garantisce un rendimento vantaggioso.


Nello specifico, il conto corrente è un conto operativo che da al cliente strumenti di pagamento per movimentare i capitali depositati.

Il conto corrente può avere dei costi fissi [canone mensile e imposte di bollo], variabili [costo per bonifici, costo per richiesta bancomat, carta di credito o assegni, emissione estratti di conto, etc.]. In base alle condizioni contrattuali possono essere riconosciuti o meno gli interessi attivi sui capitali depositati.

La funzione principale del conto corrente è quindi quella di movimentare il denaro ed avere a disposizione dei servizi quali ad esempio:

  • libretti di assegni, utilizzabili come strumenti di pagamento in base alla “convenzione di assegno”;
  • effettuare o ricevere bonifici bancari;
  • domiciliazione delle utenze (RID);
  • servizio bancomat, anche su circuiti internazionali Visa o MasterCard, pagamento FastPay su caselli autostradali o PagoBancomat su POS.

Il Conto Deposito è un conto corrente bancario, limitato nelle funzionalità, che ha come scopo quello di fruttare interessi sul patrimonio investito.

Molti dei conti di deposito non hanno costi, nemmeno per quanto riguarda l’addebito delle imposte, e prevedono un tasso d’interesse superiore rispetto ai conti correnti classici.

Il correntista per aprire un conto deposito deve avere un conto corrente tradizionale presso altra banca o presso lo stesso istituto e le operazioni da e verso il conto deposito devono poi essere limitate al conto corrente d’appoggio con il quale è possibile trasferire denaro tramite bonifico, via internet o telefono.

Il conto deposito non ha spese di apertura, gestione e chiusura. Questi elementi insieme al fatto di essere capace di offrire un buon tasso di interesse, lo rendono interessante.

I depositi possono essere assolutamente liberi da vincoli oppure vincolati al mantenimento del deposito per un numero prefissato di mesi, anche in quest’ultimo caso, però, viene riconosciuta al cliente la possibilità di ritirare prima i soldi senza penali.

Nel conto deposito non sono previsti i servizi di un normale conto corrente [assegni, carta di credito, domiciliazioni].

No Commenti

Comments RSS

Lascia un commento